Adolfo Mele: “Contro la Biogas i Cinque Stelle si sono mossi”

Lo scorso numero il Comitato No Biometano aveva criticato la politica tramite Mino Massimei. La cosa ha fatto sbottare Adolfo Mele (Movimento Cinque Stelle) che si è sentito tirato in ballo.

Ad Artena il Movimento si è mosso – ha affermato Mele – sia prendendo centoventi firme contro la centrale sia con la presenza alle riunioni al colubro e agendo in Regione per quel che poteva. Dell’Instituto abbiamo raccolto le firme, firmato il ricorso e contribuito economicamente per fare il ricorso. Per la chiusura dell’asilo al centro storico presenti alla riunione a Santa Croce ma i giochi erano fatti. Noto comunque che il  75 percento della gente di Artena  – ha proseguito Mele -, quando ha votato, ha votato per Angelini e De Castris, entrambi del Pd, zingarettiani e renziani. E il Salva Italia di Renzi  vuole propio inceneritori e centrali a biometano“.

Equindi?

“E quindi o gli artenesi quando votano ci pensano meglio oppure sono d’accordo con questa linea politica”.

Ma anche voi non siete d’accordo con la linea di Zero Waste?

“Io sono d’accordo e siamo stati unici ad avere nel programma rifiuti zero”.

Ma Zero Waste non ha in sé anche il biometano?

“Si, ci sono anche impianti biometano ma riguarda una strategia generale che significa che non necessariamente le centrali devono essere ad Artena. Nel progetto mondiale Zero Waste le centrali sono l’ultima ratio dopo altri mille passaggi come il recupero, il riciclo, il riuso ed altri”.

Quali iniziative politiche prenderà il Movimento ad Artena?

“Siamo aperti a tutte le collaborazioni, faremo incontri sia per le problematiche comunali sia sul no al referendum”.

Intervista di Adolfo Mele rilasciata al giornale La Tribuna

Condividi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *