Evasione Fiscale, la Piaga d’Italia

L’evasione fiscale e una piaga sociale che fa del male a tutti noi in quanto, se pagherebbero tutti, pagheremmo tutti di meno.  ma fino a quando i controlli saranno questi, i furbi andranno a nozze. L’evasione fiscale va combattuta a 360 gradi, con più finanzieri sulle strade e meno negli uffici, non è possibile che alcune categorie dichiarano quanto un’ operaio, esempio i dentisti, i notai, gli avvocati, i medici, i commercianti, i commercialisti, artigiani ecc…ec…poi però il conto in banca e molto diverso cosi come i propri beni. Per combattere l’evasione fiscale non bisogna guardare in faccia nessuno, con controlli assidui nel territorio bisogna abolire le ricevute fiscali un grande buco nell’acqua, in quanto non la lasciano tutti e quelli che te la lasciano e falsa, esempio paghi 100.00 euro, ma la ricevuta e di 10.00 euro. Altro esempio che voglio fare vado in uno studio medico privato, pago una visita mi cercano 150 euro chiedo come da mio diritto la ricevuta fiscale e mi sento dire allora paga di più 175 euro, una bella beffa bisogna abolire le ricevute fiscale, e pensare in base alle categorie e agli studi di settore, devi dichiarare per forza una cifra altrimenti come fai ad avere un mutuo di quella cifra un immobile di quel valore un affitto di questa cifra e poi mi dichiari 10.000,00 euro l’anno, quando le proprie spese da sostenere sono almeno il triplo. Infine basta con i clientalismi questo e un’amico mio quello e l’amico dell’amico con questa politica si affonda.

 

Intanto vediamo i soldi che vengono recuperati con l’attuale legge e con l’attuale sistema, abbiamo detto che sono 120 miliardi, per fare cifra fonda facciamo che ogni anno l’evasione è 100 miliardi. La Guardia di Finanza e l’Agenzia delle entrate, che devono combattere l’evasione fiscale, scoprire gli evasori e recuperare il bottino, accertano un’evasione per il 10% rispetto al suo importo reale.
Quindi su 100 miliardi ogni anno accertano 10, cioè: accertano chi ha evaso per un importo totale di 10 miliardi, denunciano i possibili evasori per 10 miliardi, vuole dire che mettiamo in tasca 10 miliardi? Assolutamente no, magari, saremmo a posto, solo l’8% di questo 10% di evasori viene condannato a pagare quello che non ha pagato di tasse, voi direte: quindi l’8% del 10% vuole dire che su 10 miliardi accertati, noi recuperiamo 800 milioni, magari, sarebbe già un miracolo!
Di quelli che vengono condannati a pagare quelli 800 milioni, solo pochissimi sono poi costretti materialmente a versarli, altri riescono a farla franca con ricorsi, prescrizioni etc., pensate lo Stato riesce a incassare solo il 2% di quell’8%, di quel 10% dei 100 miliardi di evasione annua, su 100 miliardi di evasione annua materialmente lo Stato entra in possesso di 16 milioni su 100 miliardi.
Il 2% dell’8% del 10%, non sempre chi evade le tasse finisce in Tribunale, perché? Perché i reati dell’evasore fiscale sono 2 sostanzialmente: dichiarazione infedele, il più grave, quando uno dichiara meno di quello che guadagna, non fa lo scontrino, non fa la fattura, non fa la ricevuta e la frode fiscale, se uno dichiara di spendere più di quello che spende, fa le fatture false in modo da pagare meno tasse.
Dichiarazione infedele, la prima è il reato più lieve, la frode fiscale, la dichiarazione fraudolenta è il reato più grave, infatti è il più raro, il più difficile da dimostrare e qui la pena massima è 6 anni, è possibile il carcere preventivo e sono possibili le intercettazioni, ma non si fanno quasi mai, perché? Perché è difficilissimo scoprire le fatture false e soprattutto in un paese che ha depenalizzato il falso in bilancio. Il caso più diffuso, più facilmente scopribile invece è quello della dichiarazione infedele, quando dichiari meno di quanto guadagni perché non fai gli scontrini, le ricevute e le fatture, qui la pena massima è 3 anni, quindi non c’è custodia cautelare, non ti possono arrestare subito, non possono intercettarti, non puoi matematicamente scontare la pena, perché? Perché la pena massima è di 3 anni, quindi è evidente che con le attenuanti prendi sempre meno di 2 anni e hai sempre la pena coperta della condizionale.
Attenzione, non commette nessun reato chi evade ogni anno meno di 103 mila Euro con la dichiarazione infedele o di 77 mila Euro con la frode, cosa vuole dire? Vuole dire che hanno stabilito delle soglie di non punibilità, per cui c’è una modica quantità di evasione che è enorme, perché uno per finire nel penale deve evadere più di 103 mila Euro, non evadere su un imponibile di 103 mila Euro, la sua imposta evasa deve essere di più di 103 mila Euro con la dichiarazione infedele, quando dichiari meno del tuo guadagno o più di 77 mila Euro con la frode, quando dichiari di spendere più di quello che spendi con le fatture false.
Quindi c’è un’area di franchigia enorme che copre quelli che guadagnano e nascondono 200/250 mila Euro perché? Perché hanno evaso meno di quelle due soglie che vi ho detto, figuratevi quanti pochi sono gli italiani che possono permettersi il lusso di evadere ogni anno 103 mila Euro o più.
Quindi hanno legalizzato l’evasione perché? Perché tutti quelli che non superano quelle soglie non vanno nel penale, ma restano nel provvedimento amministrativo, cioè rischiano una multa che è bassissima, tant’è che è pari a poco più di un divieto di sosta e soprattutto ci sono infinite scappatoie per non pagarla neanche, tanto più che l’Amministrazione è talmente inefficiente che alla fine recupera pochissimo del maltolto.
Questo per dirvi che basterebbe raddoppiare le pene per la frode fiscale per entrambe le fattispecie, eliminare le soglie e automaticamente avremmo la prescrizione più lunga, i processi si farebbero, nessuno la farebbe franca tra quelli almeno che vengono beccati e quindi molti di quelli che non vengono beccati vedendo finire in galera dei loro colleghi si spaventerebbero e correrebbero a pagare spontaneamente.
Bisognerebbe, quindi, fare una modifica lievissima, portare la galera, non dico come negli Stati Uniti, dove per gli evasori le pene sono addirittura 15 anni, ma si potrebbe portarli a 10 anni massimo per la frode e a 5/6 anni massimo per l’altra fattispecie, la dichiarazione infedele e automaticamente tutta l’evasione rientrerebbe nel penale, basterebbe arrestarne 10/12 di evasori possibilmente famosi per indurne migliaia a pagare subito e quindi avremmo un effetto immediato di tesoretti che potrebbero andare a colmare quei 25 miliardi o una parte di quei 25 miliardi che ci occorrono.

Marco Travaglio (tratto dall’Orchestrina del Titanic – 31 maggio 2010)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: