Filmare le sedute di Consiglio Comunale: Il Presidente del Consiglio Paolo Mattozzi nega permesso

Il 15 aprile 2010 è stata inviata una richiesta, da parte dell’Associazione Impegno Civico per Artena, al neo Sindaco e a tutti i Consiglieri per chiedere che venga recepito nel Regolamento del Consiglio Comunale, articolo 22, la direttiva vigente in tema di libera informazione, nel contesto dell’operatività di enti preposti all’interesse pubblico. 
Le motivazioni espresse erano la ricerca della trasparenza della Pubblica Amministrazione e il favorire la partecipazione dei cittadini alla vita pubblica.

Sono state successivamente filmate e pubblicate su su questo sito le sedute del 15 e del 19 aprile, del 27 maggio e quella straordinaria del 7 giungo scorso.

Nella seduta del 29 giugno ci è stata negata l’autorizzazione a procedere. Facciamo notare che, ad oggi, nessuna motivazione ufficiale è stata espressa.

Un commento sul sito Artenaonline.it (n°2) di Paolo Mattozzi riporta: “Riguardo alla ripresa video la conferenza dei CAPIGRUPPO per quel consiglio comunale ha deciso di sospendere le riprese.”
Non c’è che dire… Perchè?? Per quale motivo è stata presa quella decisione? Al cittadino forse non è dato sapere?

e poi… “La strumentalizazzione o l’imposizione di una decisione tra le parti non porta a nessun risultato, come Presidente del Consiglio Comunale quanto prima convocherò i soggetti interessati alle riprese per concordare il tutto nel rispetto delle Istituzioni e dei Cittadini.”
Strumentalizzazione? Imposizione? di cosa stiamo parlando.. Chi ha strumentalizzato? Chi ha imposto? Convocare? Concordare? Una seduta del Consiglio Comunale non è forse una seduta pubblica che tratta cose pubbliche che tutti i cittadini devono sapere?

Credo che l’intervento di Paolo Mattozzi su Artenaonline.it sia stato ‘comprensibile’ dal suo punto di vista ma un pochino precipitoso. Non ce ne vogliano, se poi, sui ‘vari blog’ vengono imputati e derisi. Facciano le cose alla luce del sole e su di loro non ci saranno ombre.

Tornando sulla questione, se è vero che questa decisione è stata presa da tutti i capigruppo, credo che questa amministrazione abbia preso un grosso abbaglio.  Dobbiamo ricordare a questi signori, che sono nostri dipendenti, che sono li per fare e soddisfare gli interessi e risolvere i problemi dei cittadini.
E poi.. dove sono andate a finire le promesse elettorali sulla trasparenza degli atti amministrativi? Le promesse elettorali non mantenute si chiamano menzogne, imbrogli.

In data 12 luglio 2010 è stata inviata un’ulteriore richiesta avente per oggetto “Autorizzazione riprese audio-video dei consigli comunali di Artena” (prot. n° 15000) in cui l’Associazione politico-culturale Impegno Civico per Artena notifica sulla possibilità di essere presenti a tutti i consigli comunali con attrezzature audio-video per la registrazione parziale o totale di tutta l’attività consiliare con l’intezione di rendere un servizio gratuito alla cittadinanza e per consentire la partecipazione di tutti i cittadini ad una maggiore partecipazione alla vita politica del Comune.

Nonostante tutto, fiducioso e convinto della buona fede magari dovuta all’inesperienza, voglio credere ad un ripensamento da parte dei nostri amministratori per questa scellerata decisione.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: