Presentato al pubblico il nuovo regolamento edilizio. Svolta importante per la città

Dopo 60 anni dall’ultima stesura del Regolamento Edilizio, il giorno 2 febbraio 2012 è stato presentato il nuovo schema. Un momento storico per la città che così si dona dello strumento principe che regolerà tutte le procedure edilizie future. I saluti iniziali e l’introduzione sono stati fatti dal primo cittadino Mario Petrichella: “La nostra è una città in continua crescita ed il settore dell’urbanistica è uno di quelli dei stemma artenafondamentali sui quali ci stiamo dando da fare sin da subito. Sono sicuro che stiamo lavorando bene e giornate come questa ne sono la dimostrazione evidente. Dopo 60 anni dotiamo la città dello strumento principale per salvaguardare le nostre ricchezze strutturali. Inoltre, da oggi in poi si potranno sistemare tutte quelle situazioni più o meno “abusive” che nel corso degli anni si sono create”. Poi la parola è passata all’assessore all’urbanistica Marcello Bruni: “Molto spesso si parla del regolamento edilizio in senso lato. Noi oggi lo facciamo in maniera concreta creando una sorta di “vangelo” delle attività edilizie sul territorio. Da oggi inizia un percorso conoscitivo per farlo entrare nelle case di tutti. Questo regolamento introdurrà le nuove norme che seguiranno i moderni dettami delle leggi nazionali nei settori della bioedilizia e del risparmio energetico ed Artena sarà uno dei primi comuni del centro sud Italia ad averlo”.
Il responsabile del settore urbanistica del comune di Artena l’architetto Fabio Maria Dandini lo ha poi illustrato dal punto di vista tecnico: “Innanzitutto, voglio ringraziare i tecnici comunali Patrizio Palombi e Roberto di Cori che sono stati coloro che in pratica lo hanno redatto.
Il regolamento propone alcuni aspetti innovativi fondamentali e mancava nella nostra città da troppi anni. Questo testo introduce concetti innovativi come qualità ambientale e qualità di vita che oramai vanno di pari passo. Sarà possibile regolamentare tutti i tipi d’interventi che si andranno a fare nelle varie zone del paese e cosi facendo si alleggeriranno in pratica anche le pratiche burocratiche. Oltre a questo nei prossimi mesi presenteremo anche il piano dell’ornato. Questa prima versione, ovviamente, potrà subire dei miglioramenti seguendo anche le proposte che verranno dai cittadini”.

Un altro passaggio importante è stato quello dell’assestamento di Bilancio, illustrato dal vice sindaco ed assessore al ramo Vito Perugini, dal quale si evince che per la prima volta le casse comunali hanno avuto in questo 2011 un attivo di 450 mila euro grazie alle entrate generate dagli oneri accessori sui permessi a costruire. “E’ importantissimo – ha poi sottolineato il primo cittadino artenese – per il nostro comune avere questi soldi in cassa in previsione dei tremendi tagli ai trasferimenti dello stato del prossimo anno. Si parla di 800 mila euro in meno, senza i quali avremo difficoltà in molti settori importanti della normale amministrazione quotidiana”.


Per visualizzare il Regolamento Edilizio definitivo, clicca qui (necessario Adobe Reader)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: