Quesito Referendario Acqua (Italia dei Valori)

«Volete voi che sia abrogato l’art. 23-bis, comma 10, lettera d) del decreto-legge 25 giugno 2008, n. 112, convertito, con
modificazioni, dalla legge 6 agosto 2008, n. 133, nel testo risultante per effetto di modificazioni ed integrazioni successive
(recante “Disposizioni urgenti per lo sviluppo economico, la semplificazione, la competitivita’, la stabilizzazione della finanza
pubblica e la perequazione tributaria”), limitatamente alle seguenti parole: “, nonche’ in materia di acqua”e l’art. 15, comma 1-ter del decreto-legge 25 settembre 2009, n. 135,
convertito, con modificazioni, dalla legge 20 novembre 2009, n. 166, nel testo risultante per effetto di modificazioni ed integrazioni
successive (recante “Disposizioni urgenti per l’attuazione di obblighi comunitari e per l’esecuzione di sentenze della Corte di
giustizia delle Comunita’ europee”), limitatamente alle parole: “di cui all’art. 23-bis del citato decreto-legge n. 112 del 2008,
convertito, con modificazioni, dalla legge n. 133 del 2008,” nonche’ alle parole: “nel rispetto dei principi di autonomia gestionale del
soggetto gestore e di piena ed esclusiva proprieta’ pubblica delle risorse idriche, il cui governo spetta esclusivamente alle
istituzioni pubbliche, in particolare in ordine alla qualita’ e prezzo del servizio,”?»

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: