Vaccino H1N1

l 21 settembre 2009 la Corte dei Conti ha emanato una delibera (n.16/2009/P) per tentare di dare una valutazione sul contratto di fornitura di dosi di vaccino A(H1N1) tra il Ministero della Salute e la Novartis (ex CIBA-Geigy/Sandoz multinazionale svizzera quotata a New York, che produce il vaccino). Da un primo esame sommario si evidenziano le seguenti anomalie :

 

1-il contratto manca di un
parere tecnico per valutare la congruità dei prezzi.
2-la Corte dei Conti non
può approfondire l’esame del contratto perché il medesimo non solo è a
trattativa riservata ma è stato secretato avendo applicato le stesse emergenze
previste per eventi calamitosi di natura terroristica (ordinanza n.3275 del 28
marzo 2003)
3-La vaccinazione è stata messa non nelle mani del ministero della
Salute, ma in quelle della Protezione Civile e paragonata a terremoti, frane e
guerra batteriologica (si tratta di un’influenza ufficialmente definita “molto
leggera”).
4-L’importo del contratto di 24.080.000 euro al netto di IVA sarà
pagato anche se la Novartis non ottenesse l’autorizzazione alla
commercializzazione o se non arrivasse in tempo alla consegna.
5-Nel caso di
difetti di fabbricazione l’ultimo giudizio sarà del fornitore.
6-Per il
fornitore non è prevista alcuna penalità.

 

Occorre osservare che oltre alla illegalità del contratto dal punto di vista formale ed economico, può essere fornito un prodotto anche difettoso che può creare danni alla salute dei pazienti, senza che chi lo produce possa rischiare nulla.
 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: